Terapia della dignità

Quando il decorso di una malattia giunge alla sua fase avanzata e il bisogno di ascolto e conforto si fa più forte, allora i pazienti e le loro famiglie devono essere seguiti con il massimo coinvolgimento e dedizione. Gli hospice per pazienti affetti da malattie in fase avanzata e terminale rappresentano una delle ultime frontiere della Fondazione.

L’Istituto Palazzolo a Milano, l’Hospice S. Maria delle Grazie a Monza e il Centro S. Maria alla Pineta a Marina di Massa sono le strutture della Fondazione dedicate ad accompagnare malati e familiari durante i momenti di fine vita.

Il progetto di Terapia  della  Dignità  all’Hospice S. Maria delle  Grazie  di  Monza  ha  l’obiettivo  di  coinvolgere  il  malato  nella  stesura  di  un testamento spirituale e morale  da  lasciare alle persone più importanti, per aiutare chi resta a elaborare la perdita.

La Terapia della Dignità è una forma in-novativa di psicoterapia che utilizza lo strumento “Patient  Dignity  Inventory”  messo  a  punto  dal  dottor  Chochinov,  basato sulle conversazioni tra terapeuta e paziente per trasmettere un docmento che rimarrà dopo la sua morte.

Una donazione può cambiare una vita

Per procedere inserisci nome, cognome e indirizzo email. Se vuoi essere aggiornato in tempo reale via sms, ricevere l'attestato di donazione via posta e conoscere gli eventi della tua città inserisci anche l'indirizzo e telefono.


MF

PayPal e Carte di CreditoBonifico Bancario
ho letto l'informativa sulla privacy

acconsento al trattamento dei miei dati da parte di Fondazione Don Gnocchi ONLUS con le modalità di contatto che ho scelto nel form di iscrizione per l'invio di comunicazioni e riviste istituzionali della Fondazione, quali a titolo esemplificativo e non esaustivo, la Rivista missione Uomo e/o il Notiziario Amis, newsletter, informazioni sulle iniziative di fundraising realizzate dalla Fondazione, attività della Fondazione, campagne di sensibilizzazione e sondaggi di opinione tramite e-mail, con tecniche di tracciamento della mia interazione con tali comunicazioni, SMS, MMS, posta cartacea e chiamate telefoniche con operatore

acconsento al trattamento dei miei dati da parte di Fondazione Don Gnocchi ONLUS con le modalità di contatto che ho scelto nel form di iscrizione per l'invio di newsletter, informazioni sulle iniziative di fundraising realizzate dalla Fondazione, attività della Fondazione, campagne di sensibilizzazione e sondaggi di opinione in modalità profilata, ossia tenendo conto delle mie specifiche esigenze ed interessi, tramite e-mail, con tecniche di tracciamento della mia interazione con tali comunicazioni, SMS, MMS, posta cartacea e chiamate telefoniche con operatore

 

Agevolazioni fiscali

Si può dedurre dal reddito le donazioni in denaro, per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato (senza più il tetto massimo di 70.000 euro annui), (art. 83 del Dlgs 117/2017) oppure dedurre dal reddito le donazioni in denaro per un importo non superiore a 30.000 euro. Se non sai qual è la soluzione più adatta a te, puoi rivolgerti al tuo consulente di fiducia, al tuo commercialista o al tuo CAF.
Si può detrarre dall'imposta lorda il 30% dell'importo donato (e non più solo del 26%), fino a un massimo di erogazione di 30.000 euro annui (art. 83 del Dlgs 117/2017) oppure dedurre dal reddito complessivo netto le donazioni in denaro per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato (senza più il tetto massimo di 70.000 euro annui), (art. 83 del Dlgs 117/2017).
Condividi su:  

Seguici su: