Già oltre 600 i pazienti accolti quest’anno nei tre hospice “Don Gnocchi”

Sono oltre seicento le persone accolte dall’inizio dell’anno negli Hospice “Don Gnocchi” di Milano (Istituto “Palazzolo”), Monza e Marina di Massa, con quasi 11 mila giornate complessive di degenza nei 40 posti letto disponibili. Un impegno significativo, a fronte tuttavia di bisogni che ancora non trovano nel nostro Paese risposte sufficienti e adeguate.

dav

Da vent’anni la Fondazione è in prima linea nella cura e assistenza di pazienti con malattie in fase terminale. Risale infatti al dicembre del 1999 l’inaugurazione del Centro residenziale di cure palliative “S. Maria delle Grazie” di Monza (foto sopra), tra le esperienze-pilota nel nostro Paese di Hospice al di fuori dell’ospedale. Uno sforzo costantemente cresciuto negli anni, ampliatosi con servizi di assistenza domiciliare e oggi integrato nella Federazione nazionale di Cure Palliative.

Secondo l’ultimo rapporto al Parlamento sullo stato di attuazione della legge su cure palliative e terapia del dolore, nel 2017 gli Hospice in Italia erano 240, con 2777 posti letto a fronte di un bisogno stimato di oltre mezzo milione di persone (77 mila nella sola Lombardia) che ogni anno necessitano di assistenza nell’ultimo periodo della loro vita.
In linea con l’indirizzo nazionale della Federazione, il coordinamento lombardo ha sintetizzato una serie di azioni prioritarie – già sottoposte all’assessore al Welfare Giulio Gallera (infografica qui sotto) – perché siano tenute in considerazione nella programmazione regionale per il 2020.

«Tra queste vorrei sottolineare la necessità di ambulatori territoriali di cure palliative – spiega la responsabile sanitaria dell’Hospice di Monza, Adriana Mapelliper intercettare i bisogni soprattutto nella fase precoce e il servizio di consulenza, del quale molti ospedali sono ancora privi, per indirizzare i pazienti e le loro famiglie verso i percorsi assistenziali più appropriati».

Temi che saranno al centro del XXVI Congresso nazionale della Società Italiana Cure Palliative, in programma a Riccione dal 14 al 16 novembre prossimi, alla presenza e con il contributo di operatori della stessa Fondazione Don Gnocchi (leggi qui il programma dell’evento).
Il dottor Fabrizio Giunco, direttore del Dipartimento Cronicità, interverrà sul tema “Appropriatezza e proporzionalità delle cure nei pazienti geriatrici”, nell’ambito della sessione “Cure Palliative nelle strutture residenziali”.
Quattro i lavori che saranno invece proposti dall’équipe dell’Hospice di Monza:

  • “La natura in hospice: quando i confini fisici non divengono barriere” (poster)
  • “Diffusione di aromi in hospice per favorire la qualità di vita e delle relazioni” (poster)
  • “E tu cosa desideri? Cammino di consapevolezza per una maggior conoscenza dei propri desideri inerenti al fine vita” (poster)
  • “Ma perché non mi dicono semplicemente che morirò?” (poster).

ALLEGATI

CONSULTA I DATI 2018 DEGLI HOSPICE DELLA FONDAZIONE DON GNOCCHI

Seguici su: