Una donazione
può cambiare una vita

Metodo di pagamento:

PayPal     Bonifico Bancario
  ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei miei dati da parte di Fondazione Don Gnocchi ONLUS per l'invio di un'e-mail di promemoria circa la possibilità di donare il 5x1000 alla Fondazione stessa.
acconsento al trattamento dei miei dati da parte di Fondazione Don Gnocchi ONLUS per l'invio di comunicazioni relative a proprie iniziative, attività, campagne di sensibilizzazione, nonché richieste di sostegno economico per i progetti della Fondazione stessa, tramite sistemi automatizzati (e-mail, lettere, sms, mms).

Una donazione
può cambiare una vita

Metodo di pagamento:

PayPal      Bonifico Bancario
  ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei miei dati da parte di Fondazione Don Gnocchi ONLUS per l'invio di un'e-mail di promemoria circa la possibilità di donare il 5x1000 alla Fondazione stessa.
acconsento al trattamento dei miei dati da parte di Fondazione Don Gnocchi ONLUS per l'invio di comunicazioni relative a proprie iniziative, attività, campagne di sensibilizzazione, nonché richieste di sostegno economico per i progetti della Fondazione stessa, tramite sistemi automatizzati (e-mail, lettere, sms, mms).

Come può cambiare la vita di un anziano

La Fondazione si dedica con cura ed attenzione al mondo degli anziani autosufficienti e non, non solo ospitandoli amorevolmente nelle sue strutture dedicate ma offrendo un panorama di servizi, anche a domicilio, per accompagnarli nelle progressive difficoltà quotidiane e tentando di alleviare i disagi che patologie più o meno gravi creano loro.

Anche quando la patologia poi si fa più grave come con l'Alzheimer o il Parkinson, tentiamo di dare una risposta di cura e di prossimità.

come puo cambiare la vita di un anziano

Fondazione Don Gnocchi:
accanto alla vita, sempre!

Da 70 anni, al servizio delle persone più fragili, in ogni stagione della vita. Oggi l'opera sognata e voluta dal beato don Carlo Gnocchi è una realtà leader nel nostro Paese e oltre nel settore della riabilitazione e dell'assistenza a persone con disabilità e anziani, in particolare non autosufficienti. Senza mai dimenticare l'ammonimento di don Carlo: condividere la sofferenza è il primo atto terapeutico.

DIAMO VOCE AI PROTAGONISTI

operatrice Don Gnocchi
Operatrice
"Restare accanto a questi nostri nonni non è solo il mio lavoro; è la possibilità di donare loro un pò di serenità in più ogni giorno."
ospite Don Gnocchi
Ospite
"Un giorno dopo l'altro ho capito che questa non poteva che essere la mia nuova, ultima ma vera e propria casa."
figlia di un ospite Don Gnocchi
Figlia di un ospite
"Per me sono degli angeli."
I NOSTRI NUMERI
0
Posti letto anziani
autosufficienti e non.
0
RSA residenze
assistenziali per anziani.
0
Nuclei specializzati nella
cura dell'Alzheimer.
0
Anziani ospiti presso
mini alloggi.
UNA DONAZIONE PUÒ CAMBIARE UNA VITA
Persone con disabilità, anziani, ricerca scientifica, solidarietà internazionale in diversi Paesi.

La Fondazione Don Gnocchi da 70 anni aiuta i più fragili cercando di dare loro non solo una speranza ma una vita normale.

Con il tuo aiuto possiamo riuscirci, scegli come sostenerci.

DONA ANCHE QUI:
5x1000.dongnocchi.it
5x1000
Aiutaci - Diventa donatore
Agevolazioni
AGEVOLAZIONI FISCALI
Si può dedurre dal reddito le donazioni in denaro, per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato (senza più il tetto massimo di 70.000 euro annui), (art. 83 del Dlgs 117/2017) oppure dedurre dal reddito le donazioni in denaro per un importo non superiore a 30.000 euro.
Se non sai qual è la soluzione più adatta a te, puoi rivolgerti al tuo consulente di fiducia, al tuo commercialista o al tuo CAF.
Si può detrarre dall'imposta lorda il 30% dell'importo donato (e non più solo del 26%), fino a un massimo di erogazione di 30.000 euro annui (art. 83 del Dlgs 117/2017) oppure dedurre dal reddito complessivo netto le donazioni in denaro per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato (senza più il tetto massimo di 70.000 euro annui), (art. 83 del Dlgs 117/2017).