Come puoi cambiare la vita di un anziano

La Fondazione si dedica con cura ed attenzione al mondo degli anziani autosufficienti e non, non solo ospitandoli amorevolmente nelle sue strutture dedicate ma offrendo un panorama di servizi, anche a domicilio, per accompagnarli nelle progressive difficoltà quotidiane e tentando di alleviare i disagi che patologie più o meno gravi creano loro.

Anche quando la patologia poi si fa più grave come con l’Alzheimer o il Parkinson, tentiamo di dare una risposta di cura e di prossimità.

La straordinaria storia di Alvaro

«Quando avrò cent’anni… mi piacerebbe trovare una fidanzata, suonare la chitarra, guidare una macchina, fare un viaggio in America, andare in trattoria…». Parola di Alvaro: «Quando avrò cent’anni farò lo stesse cose che faccio oggi, che ne ho 99!». E soprattutto: «Quando la morte mi verrà a cercare in camera mia, non mi troverà, perché io sarò già uscito».

È lo splendido ritratto di un innamorato della vita, realizzato dal Servizio Animazione del Centro “Girola”, una delle strutture milanesi della Fondazione Don Gnocchi

ADOTTA UN PROGETTO

Giardino Alzheimer

Giardini Alzheimer

Terapia della dignità

Terapia della dignità

previous arrow
next arrow

I NOSTRI NUMERI

2.004 pazienti assistiti in RSA, di cui:

208

Con età superiore

ai 95 anni

94

Affetti da

Alzheimer

81%

Pazienti a medio-alta

complessità

1.133

Numeri posti

letto RSA

218

Pazienti assistiti

nei centri diurni

DIAMO VOCE AI PROTAGONISTI

Operatrice

“Restare accanto a questi nostri nonni non è solo il mio lavoro; è la possibilità di donare loro un pò di serenità in più ogni giorno.”

Ospite

“Un giorno dopo l’altro ho capito che questa non poteva che essere la mia nuova, ultima ma vera e propria casa.”

Figlia di un ospite

“Per me sono degli angeli.”

Condividi su:  

Seguici su: