Come puoi cambiare la vita di un bambino

L’attenzione ai bisogni riabilitativi di bambini e ragazzi è un impegno prioritario della Fondazione Don Gnocchi. Nei Centri sono affrontati in particolare i disturbi specifici di apprendimento, i ritardi del linguaggio, i disordini dello spettro autistico, le disabilità cognitive e le disfunzioni motorie di varia natura, anche con il supporto delle nuove tecnologie, tra cui evoluti sistemi di realtà virtuale.

La presa in carico di bambini e ragazzi con disabilità – accanto e a supporto delle famiglie – ha come obiettivo l’inclusione sociale, in una visione progettuale e di lungo termine.

L’adozione di un modello a rete tra le strutture che si occupano di minori ha dato vita al Dipartimento di Neuropsichiatria e Riabilitazione dell’Età Evolutiva, oggi diretto dal dottor Flavio Cimorelli.

Un gioco di squadra!

La risposta a situazioni più o meno gravi di disabilità e sviluppo neuromotorio è affidata alle cure attente di medici specialisti in Neuropsichiatria Infantile e in Fisiatria, psicologi dell’età evolutiva e neuropsicologi, fisioterapisti, logopedisti, terapisti della neuropsicomotricità e potenziamento cognitivo, musicoterapeuti, educatori professionali e infermieri che ogni giorno danno il meglio di sé per essere più  vicini  nelle  risposte  e  nell’affetto  a  pic-coli in cerca di aiuto.

I percorsi di cura sono composti da attività di diagnosi clinica, con l’esecuzione di visite  specialistiche  neuropsichiatriche,  valutazioni  neuropsicologiche,  logopediche,  psicomotorie  in  un  percorso  assistenziale  in  continuità  tra  la  degenza,  l’ambulatorio e il domicilio.

ADOTTA UN PROGETTO

Care lab

L’integrazione parte dalla scuola
I progetti del Centro Vismara

previous arrow
next arrow
Slider

I NOSTRI NUMERI

377 minori assistiti nel 2018 di cui:

52

Hanno meno
di 5 anni

95

Bambini e adolescenti affetti
da gravi cerebrolesi acquisite

42

Giorni di
degenza media

351.887

Prestazioni ambulatoriali
ai minori

Una donazione può cambiare una vita

Per procedere inserisci nome, cognome e indirizzo email. Se vuoi essere aggiornato in tempo reale via sms, ricevere l'attestato di donazione via posta e conoscere gli eventi della tua città inserisci anche l'indirizzo e telefono.


MF

PayPal e Carte di CreditoBonifico Bancario
ho letto l'informativa sulla privacy

acconsento al trattamento dei miei dati da parte di Fondazione Don Gnocchi ONLUS con le modalità di contatto che ho scelto nel form di iscrizione per l'invio di comunicazioni e riviste istituzionali della Fondazione, quali a titolo esemplificativo e non esaustivo, la Rivista missione Uomo e/o il Notiziario Amis, newsletter, informazioni sulle iniziative di fundraising realizzate dalla Fondazione, attività della Fondazione, campagne di sensibilizzazione e sondaggi di opinione tramite e-mail, con tecniche di tracciamento della mia interazione con tali comunicazioni, SMS, MMS, posta cartacea e chiamate telefoniche con operatore

acconsento al trattamento dei miei dati da parte di Fondazione Don Gnocchi ONLUS con le modalità di contatto che ho scelto nel form di iscrizione per l'invio di newsletter, informazioni sulle iniziative di fundraising realizzate dalla Fondazione, attività della Fondazione, campagne di sensibilizzazione e sondaggi di opinione in modalità profilata, ossia tenendo conto delle mie specifiche esigenze ed interessi, tramite e-mail, con tecniche di tracciamento della mia interazione con tali comunicazioni, SMS, MMS, posta cartacea e chiamate telefoniche con operatore

 

Agevolazioni fiscali

Si può dedurre dal reddito le donazioni in denaro, per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato (senza più il tetto massimo di 70.000 euro annui), (art. 83 del Dlgs 117/2017) oppure dedurre dal reddito le donazioni in denaro per un importo non superiore a 30.000 euro. Se non sai qual è la soluzione più adatta a te, puoi rivolgerti al tuo consulente di fiducia, al tuo commercialista o al tuo CAF.
Si può detrarre dall'imposta lorda il 30% dell'importo donato (e non più solo del 26%), fino a un massimo di erogazione di 30.000 euro annui (art. 83 del Dlgs 117/2017) oppure dedurre dal reddito complessivo netto le donazioni in denaro per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato (senza più il tetto massimo di 70.000 euro annui), (art. 83 del Dlgs 117/2017).

LE NOSTRE STORIE

Condividi su:  

Seguici su: